Bambini: il bagaglio a mano

E’ finalmente arrivato il giorno di preparare la valigia, ma ancora più importante del bagaglio da stiva è il bagaglio mano: potrebbe diventare la nostra salvezza in caso di mancato recapito, ma sarà sicuramente l’unico modo per affrontare al meglio un volo, soprattutto se lungo con un bambino piccolo.

Nei voli in cui si viaggia con bambini in braccio da zero a due anni, questi non hanno diretto ad avere un bagaglio a mano, quindi tutto quello che ci occorrerà dovrà necessariamente essere inserito in quelli dei genitori.

Ma veniamo alla pratica: cosa inserire in valigia?

Ecco il mio piccolo beauty da bagaglio a mano…
  • Pannolini: non penso sia necessario scriverlo, ma meglio abbondare!!! Dal momento in cui si lascia la valigia vera e propria, bisogna prendere in considerazione ogni eventualità dal ritardo del volo, alla perdita di un’eventuale coincidenza o altro, quindi meglio non portare con sé i pannolini necessari soltanto per le ore di volo prestabilite;
  • Salviette: un bel pacchetto grande (quelli da 72 per intenderci!!) servono per tutto!!!!
  • Telo cambio monouso: decisamene più pratici e meno ingombranti del classico asciugamano sono INDISPENSABILI per poter cambiare in modo igienico il piccolo su qualunque superficie, anche qui meglio portarne diversi!
  • Ciucci: tanti! sia per alleviare il mal d’orecchie che il bambino potrebbe avere in fase di decollo o atterraggio, sia per tranquillizzarlo e magari farlo dormire. Molti cadranno a terra, quindi meglio abbondare!
  • Abiti: diversi cambi per ogni bambino sia, come dicevo prima, per un eventuale ritardo nella riconsegna delle valigie, ma, soprattutto, perché è sempre facile sporcarsi quando si mangia o si cambia il pannolino in tutta la comodità di casa, figuriamoci negli spazi angusti di un aereo!!! Per abiti intento TUTTO: body, pantaloni, maglietta, felpa e calze. L’ideale sarebbe farci stare anche un cambio per mamma e papà che non si sa mai!!!
  • Giochi: se ce n’è uno preferito non può certo mancare, ma oltre a questo un gioco nuovo affinché la novità distragga per più tempo possibile il piccolo. Se il piccolo è abituato a farsi leggere dei racconti anche il libro preferito ed eventualmente pastelli e fogli per disegnare.
  • Cibo: non sempre il pasto è previsto per i bambini così piccoli a bordo, ma indipendente da questo è sempre meglio avere con sé snack e merende per spezzare la fame e la monotonia del viaggio.
  • Beauty: un piccolo beauty trasparente a norma con il regolamento degli aeroporti, ma che contenga tutto ciò che potrebbe servirci: crema per il cambio, balsamo labbra, una piccola crema viso (l’aria in aereo secca molto la pelle, anche quella dei bambini), igienizzante mani (io ne ho ovunque: in borsa, in auto, nella borsa delle bimbe quindi non può certo mancare neanche qui), soluzione fisiologica monodose, salviette disinfettanti monodose, un paio di cerotti.

Per essere comoda quando vado a cambiare le bambine metto salviette, un teletto e un paio di pannolini in una bustina in modo da non dovermi portare tutto in mano alla toilette con il rischio che mi cada qualcosa, poi tornata al mio posto ripristino le cose utilizzate mettendone di nuove in modo tale che sia sempre tutto pronto.

Rispondi