Far west e Hawaii

Visto il periodo che ci impedisce di viaggiare cerco almeno di ricordare viaggi che mi hanno fatto sognare e oggi inizio ricordando il viaggio di nozze.

Per il viaggio di nozze abbiamo scelto gli Stati Uniti l’unico errore è stato affidarne l’organizzazione ad un’agenzia viaggi, ma questa è un’altra storia.

L’itinerario prevedeva: Las VegasPageGrand CanyonLas VegasLos AngelesMauiSan Francisco – Londra per un totale di 25 giorni.

Tempistiche: la prima parte itinerante del viaggio ci ha impegnato per una settimana, un’altra settimana l’abbiamo passata nel relax delle Hawaii, per 5 giorni ci siamo fermati a San Francisco e 6 giorni per la nostra ultima tappa a Londra.

Las Vegas: per la prima tappa abbiamo scelto di soggiornare all’hotel Bellaggio (quello in cui è stato ambientato il film Ocean’s eleven); la camera era davvero spettacolare, basti pensare che avevamo 3 bagni!! Il jet lag fa si che alle 5 del mattino siamo già svegli e alle 6 siamo in giro per la città. Il caldo era davvero tanto, ma entrare ed uscire dai veri hotel ci faceva ritemprare e sopportare meglio l’afa.

Hotel Bellagio

Page: l’hotel era direttamente a Lake Powell e la quiete era incredibile; appena fuori dall’hotel il deserto e nulla più…

Grand Canyon: abbiamo pernottato in un hotel direttamente all’interno del parco e il nulla introno. Basti pensare che usciti dal ristornate dopo la cena ci siamo trovati un enorme alce nel parcheggio.

Las Vegas: risultava un buon posto per fermarsi e pernottare a metà strada tra i canyon e Los Angeles. Questa volta il pernottamento è ricaduto sul Paris Hotel: molto suggestivo, ma nulla a che vedere con il Bellagio.

Los Angeles: l’abbiamo vissuta molto da turisti visitando i luoghi più gettonati oltre ad aver voluto scoprire le case degli attori hollywoodiani non con un tour guidato, ma con una piantina alla mano. Tappe obbligate sono state Santa Monica e Malibu’.

Maui: si è trattato di una settimana di relax. Dopo le lunghe camminate alla scoperta delle città e i chilometri macinati in auto avevamo bisogno di riposare, anche se dopo un paio di gironi abbiamo comunque noleggiato un’auto per girare un po’ e scoprire i luoghi più vicini al resort dove abbiamo soggiornato.

Tramonto alle Hawaii

San Francisco: essendo una vacanza prenotata con agenzia era stato inserito anche un tour con guida italiana del quale non ho ottimi ricordi: il nostro cicerone, cameriere nella vita e guida turistica nel tempo libero, non ha fatto altro che parlare di quanto fosse importante lasciare la mancia ai camerieri!

Londra: conoscevamo già molto bene Londra, infatti qui mi sono occupata da sola della prenotazione dell’hotel, abbiamo scelto di fermarci qui nonostante l’avessimo già vista diverse volte perché è una città che ci è entrata nel cuore e, come ogni volta che la visitiamo, abbiamo scoperto angoli nuovi della città.

Il tour è stato molto lungo e ricco di cose abbiamo visto ed esperienze che abbiamo vissuto, in questo post ho soltanto voluto darvi un’idea del giro che abbiamo fatto e di quanti giorni ci sono voluti, nei prossimi giorni approfondirò tappa per tappa i luoghi visitati e i motivi che negli anni successivi ci hanno fatto sempre scegliere gli Stati Uniti come luogo dove passare le vacanze.

Voi? Siete mai stato negli USA? Come vi siete trovati?

Rispondi