Giro del mondo in 52 weekend

Credo che il titolo visto così sia un po’ forviante… mentre non ci sono grossi problemi a pensare di passare un weekend a Madrid vedo decisamente più difficile pretendere di andare e tornare dal Cile tra il venerdì’ e la domenica. Un’altra cosa da non aspettarsi da questa guida è che le informazioni siano esaustive: se la stessa Lonely Planet pubblica guide di centinaia di pagine non vedo come qui si possa pretendere di avere tutte le informazioni relative a 52 paesi…

Faccio tutte queste premesse perché quando ho visto questo libro, prima di acquistarlo ho letto un po’ di recensioni e molte persone si aspettavano proprio una guida completa, se è questo che cercate non è il libro che fa per voi….

Se invece state programmando un viaggio itinerante e volete qualche spunto in più su cosa vedere e cosa fare in pochi giorni questa è un’ottima guida!

Il libro è così strutturato: nel sommario troverete 33 paesi e un totale di 52 itinerari quante le settimane dell’anno per prendere spunto sui luoghi di maggior interesse.

Alcuni itinerari sono tranquillamente gestibili in due o tre giorni come ad esempio Venezia dove vengono consigliati 7 luoghi da vedere tutti nei pressi di Canal Grande e non vengono minimamente menzionate le varie isolette quali Murano o Burano, qualche dritta su dove dormire e mangiare o su eventi in programmazione; altri trovo siano meno fattibili in un weekend come ad esempio visitare New York in un paio di giorni anche a patto di trovarsi già lì per altri motivi! In questo caso la guida ci viene in aiuto indicandoci itinerari più specifici: in questo caso il Greenwich Village alla scoperta di Bob Dylan.

In entrambi i casi è senza dubbio una guida diversa dal solito dinamica, vivace e colorata con piantine e numerose fotografie che, neanche a dirlo, invogliano al viaggio.

Non rientra nelle guide da avere assolutamente nella propria biblioteca, ma è qualcosa di diverso…

Conoscete questa guida? Cosa ne pensate?

Rispondi